X

Con oltre 350 ettari di terreno, Italcave S.p.A. di Taranto rappresenta il primo operatore locale nel mercato dell'attività estrattiva di inerti calcarei. Dalla produzione alla consegna del prodotto il servizio è garantito da un nutrito parco mezzi, parte integrante dell’importante apparato logistico del Gruppo attivo anche nello smaltimento dei rifiuti e in attività portuali.

L’incremento e la diversificazione dei settori di attività hanno portato, nell’ultimo decennio, ad un aumento della complessità gestionale, affrontata con lo sviluppo di applicativi specifici ma disomogenei. Nel 2017 Italcave, già cliente del gruppo Zucchetti, ha intrapreso un'attività di software selection ed ha individuato in Mago4 by Microarea - società del gruppo Zucchetti - l’erp in grado di supportare tutte le attività esistenti e quelle future.

La scelta è caduta su Mago4 per la sua altissima vocazione alle verticalizzazioni, essendo un prodotto basato su tecnologie consolidate e aggiornate, ma anche perché proposto e personalizzato da Project++, Platinum Partner di Microarea da oltre un decennio, che ha saputo coniugare le esigenze di riorganizzazione di Italcave con gli obiettivi di controllo e verifica immediata che il cliente esigeva, ma anche la necessità del controllo di gestione dei vari settori, nella maniera più semplice possibile.

 
 
verticalizzazioni

Nel corso del 2017 sono stati sviluppati quindi i primi moduli personalizzati per il Cliente:

  • la gestione degli inerti, dalla bollettazione alle operazioni di pesatura alla verifica dei mezzi e degli autisti;
  • la gestione delle attività portuali di sbarco e deposito rinfuse, ovvero una gestione per conto terzi di tutte le problematiche di deposito e consegna di prodotti soggetti a controlli doganali;
  • la gestione dei contratti attivi con politiche commerciali diversificate per sedi di consegna e clienti finali di destinazione;
  • il controllo del flusso approvativo degli ordini a fornitore per commesse e referenti;

Questi moduli sono entrati in esercizio al 1° gennaio 2018, assieme alla parte standard di Mago4 Enterprise Edition e di InfoBusiness, la soluzione di business intelligence integrata a Mago.

Nel corso del 2018 sono stati avviati e consegnati i moduli inerenti:

Project++ da parte sua ha risposto alle esigenze del cliente accorpando e reingegnerizzando gran parte dei moduli che in quasi 20 anni ha realizzato presso altri clienti, cogliendo l’opportunità della loro migrazione nel Mago4, e facendo nascere M4GIE, la famiglia di moduli estensivi di Mago4 che l’hanno reso completamente rispondente alle esigenze di Italcave.

Ha giocato un ruolo fondamentale nella riuscita del progetto l’approccio progressivo attuato da Project++, specie in relazione alla migrazione dei dati: se da una parte sono stati completamente migrati i dati dei precedenti software di gestione della manutenzione, degli inerti e delle attività portuali sia in riferimento alle anagrafiche che ai documenti gestiti, dall’altra tale operazione è stata organizzata e attuata grazie al Kit di migrazione che ha consentito di migrare più e più volte degli snapshot di dati per essere testati, senza la necessità di avere completamente gli archivi migrati per poter utilizzare Mago.

Tale approccio innovativo ha consentito di diluire la formazione del personale nel tempo, non costringendo il personale a sovraccarichi in periodi specifici, e si è di fatto recepita come un affiancamento operativo su dati reali, consentendo anche di far emergere problemi e necessità che difficilmente la tipica analisi iniziale alla partenza dei progetti può evidenziare.
E’ da evidenziare comunque che la formazione “work in progress” è stata un successo anche perché nessun dato precedente è andato perso, sino alle scansioni dei documenti tecnici degli attrezzi perfettamente importati nei moduli DMS di Mago4; di conseguenza la partecipazione delle figure interne al cliente alle fasi formative è risultata maggiormente coinvolgente e partecipativa, facendo sentire il personale parte del progetto, a cui poteva contribuire con suggerimenti che venivano presto recepiti e rilasciati.

L’intero sistema è entrato in esercizio il 1° settembre 2018, ma non è finita: sono già partite le prossime implementazioni: che collegano Mago e M4GIE a tutti i macchinari mobili e stabili in uso in Italcave, per una completa conformità ai dettami di Industria 4.0.